Loading…

Il progetto

La progettazione della centrale di trigenerazione è partita dall’analisi degli attuali consumi energetici dell’ospedale e delle utenze cittadine potenzialmente interessate. Sulla base di tali consumi, è stata ottimizzata la produzione dei vettori energetici con il migliore utilizzo combinato delle tecnologie impiegate (cogenerazione, gruppo frigorifero ad assorbimento, pompa di calore).

Il progetto:
• impianto di trigenerazione, alimentato a gas naturale e realizzato con le migliori soluzioni tecnologiche energetiche e ambientali
• utenza teleriscaldata: circa 500 edifici, per una volumetria complessiva di circa 3.000.000 di metri cubi (di cui 500.000 metri cubi corrispondenti all’ospedale)
• rete di teleriscaldamento estesa sino a 30km
• 2 cogeneratori costituiti da motori endotermici, alimentati esclusivamente a gas naturale, ciascuno di potenza elettrica di circa 2,7MWe e di potenza termica cogenerata di circa 2,8MWt
• 1 pompa di calore ad acqua a bassa temperatura da 3MWt
• 3 gruppi frigoriferi elettrici da 2MWf per la produzione di acqua refrigerata
• 1 gruppo frigorifero ad assorbimento da 1,2MWf alimentato con l’acqua della rete di teleriscaldamento per ottenere acqua refrigerata
• 2 caldaie di integrazione e riserva, alimentate esclusivamente a gas naturale, ciascuna da 30MWt per integrare la produzione di calore dei cogeneratori e realizzare la riserva agli stessi
• 1 accumulatore di calore da 1.200 metri cubi per ottimizzare i flussi energetici
• le emissioni di NOx passeranno dalle attuali 18t/anno a meno di 3t/anno
• le emissioni di CO passeranno dalle attuali 11t/anno a meno di 3t/anno

  • aec lavoriASTI ENERGIA E CALORE S.p.A.
  • aspASP S.p.A.
  • irenIREN ENERGIA S.p.A.
  • astaASTA S.p.A.