Teleriscaldamento: compatibilità ambientale della Provincia

Il commento di AEC: “E’ la conferma della validità del nostro piano” 

La Provincia di Asti ha espresso oggi “giudizio positivo di compatibilità ambientale” sul progetto del teleriscaldamento proposto da Asti Energia e Calore.

“Accogliamo con soddisfazione il provvedimento: è la conferma della validità del nostro progetto e che abbiamo lavorato bene” commenta Massimo Cimino, amministratore delegato di AEC. 

Nella determina, la Provincia dispone un nuovo procedimento amministrativo ai fini del rilascio dell’autorizzazione alla costruzione dell’impianto, previsto sull’area dell’ospedale Cardinal Massaia. “Tecnicamente questo significa - fa notare AEC - che non è stata accolta la nostra richiesta di proroga per poter presentare gli atti non ancora prodotti. Abbiamo quindi presentato una nuova domanda per l'avvio del procedimento amministrativo, senza che il progetto del teleriscaldamento debba tornare in Conferenza dei Servizi”.

Tra i documenti da trasmettere in Provincia ci sono il titolo di disponibilità dei terreni su cui costruire l’impianto (di recente l’Asl AT ha formalizzato l’impegno a cedere gli stessi entro il 15 marzo 2017) e il parere di conformità urbanistica che il sindaco Fabrizio Brignolo conta di vedere approvato in Consiglio Comunale entro la metà di gennaio.

  • aec lavoriASTI ENERGIA E CALORE S.p.A.
  • aspASP S.p.A.
  • irenIREN ENERGIA S.p.A.
  • astaASTA S.p.A.